VITA DA BURÀT: ritorno a oro grande

VITA DA BURÀT: ritorno a oro grande

VITA DA BURÀT: ritorno a oro grande

a cura di Cleto Barera e Benito Mazzi. Pag 117. Anno 2008. € 17,50 .

In questo prezioso volumetto si parla del boscaiolo e delle sue fatiche, di teleferiche e fili a sbalzo, delle antiche “cioende” e delle “serre”, di un passato che ha forgiato gente allenata al lavoro e al sacrificio

 


6 altri prodotti della stessa categoria:

More info

Un volume scritto a quattro mani del compianto don Cleto Barera e di Benito Mazzi. Il titolo Vita da buràt, significa vita da boscaiolo. Il prezioso documento, terzo numero della collana Conoscere, si divide in tre parti. La prima, di Cleto Barera, prevalentemente tecnica, descrive minuziosamente il mondo del boscaiolo, le teleferiche, le serre, le cioende, il linguaggio e gli attrezzi del buràt. La seconda, di Benito Mazzi, raccoglie memorie di boscaioli e aneddoti legati a quel mondo, soffermandosi in particolare sulla ormai storica teleferica della Girola che congiungeva Fondomonfracchio, nella valle dei Bagni, alla stazione di Prestinone attraverso undici chilometri di percorso e uno snodo in galleria, a Moino, al quale era addetto il folsognese Paolo Acchini. Gran parte dei ricordi del libro sono affidati al figlio dell’Acchini, Roberto, oggi ottantenne, che visse quelle esperienze da bambino, accanto al padre e alla madre, che vivevano in un baracca all’interno della galleria. Ma altrettanto preziosi sono i ricordi di Gepe Zamboni, Giuseppe Margaroli, Ernesta Bariletti, Pietro Valsecchi, Roberto Pasini, Giacomo Locatelli, Rosa Palfini, Bernardo Balassi e altri. Di Mazzi è poi presente un raccolto-leggenda romantico e inquietante: La ragazza del boscaiolo. La terza parte, fresca e divertente, è opera degli alunni delle scuole elementari di Toceno, coordinati dalle insegnanti Anna Arcelloni, Mariuccia Comaita e Mariarosa Vergano, i quali tracciano un ricordo di don Cleto Barera attraverso una serie di divertenti mini interviste a nonni e genitori, arricchite da gustosi disegni. Il nuovo libro, che va a fermare nel tempo un aspetto tipico delle vallate ossolane che i giovani non consoscono, si avvale di una cinquantina di splendide foto di epoca e riporta anche due canzoni dei boscaioli.

Commenti

Scrivi il tuo commento

VITA DA BURÀT: ritorno a oro grande

VITA DA BURÀT: ritorno a oro grande

a cura di Cleto Barera e Benito Mazzi. Pag 117. Anno 2008. € 17,50 .

In questo prezioso volumetto si parla del boscaiolo e delle sue fatiche, di teleferiche e fili a sbalzo, delle antiche “cioende” e delle “serre”, di un passato che ha forgiato gente allenata al lavoro e al sacrificio

 


Scrivi il tuo commento